Pagine

31 maggio 2014

Un bilancio della visita di Francesco in Terra Santa

Ho appena concluso la lettura di uno dei tanti tentativi di sguardo di insieme sulla visita di Francesco in Terra Santa. Del testo ho apprezzato, oltre alla chiarezza, la grande apertura e libertà mentale dell'autore, Alon Goshen-Gottstein, ebreo israeliano noto per il suo impegno nel dialogo interreligioso. Una finalmente utile sintesi! Mi piace riportarne la conclusione: "I nostri rabbini riscrivono il passato, rimuovendo le positive posizioni del Cristianesimo e lasciandoci nel passato, senza possibilità di andare avanti. Papa Francesco è un uomo di speranza. La speranza richiede di andare oltre la memoria del passato. Le autorità rabbiniche vorrebbero avere le loro comunità "fedeli" per sempre alla memoria della sofferenza, trascurando la speranza. Abbiamo bisogno di tanto lavoro, tanta educazione, tanto ripensamento. E, per tornare al nostro punto di partenza, probabilmente abbiamo bisogno anche di tanta preghiera.
Posta un commento