Pagine

9 maggio 2014

Un rabbino alza la voce

Da giorni, qui in Israele, si ripetono atti vandalici e violenze contro luoghi cristiani, contro gli arabi e contro lo stesso esercito israeliano. Riconducibili all'ambiente religioso ebraico ortodosso più radicale, tali atti rivelano un inquietante clima di crescente intolleranza. Non pochi interrogativi si ri-propongono (perché affatto non nuovi) circa la frammentazione e la complessità della società israeliana; la sconcertante ambivalenza e latitanza politica del governo; la tormentata convivenza delle tre grandi religioni... e altro ancora. In questo contesto, il grido del rabbino Ron Kronish si leva impressionante (ai miei orecchi), poiché dice l'angoscia di un cittadino autenticamente religioso. Qui il rimando al suo durissimo intervento.
Posta un commento