Pagine

4 luglio 2011

Una settimana fa sono arrivato a Jerushalaim per intraprendere un (poco definibile) percorso personale e di servizio. Ho cominciato a calpestare le sue pietre e ammirare le sue mura con spirito nuovo. Ma in me permane il rincorrersi tumultuoso di emozioni e di pensieri. Nello sfondo, quei sentimenti così altamente espressi dal divino J.S. Bach (by N. Harnoncourt).

Posta un commento